BLOG · DOLCE · RICETTE · Senza categoria

Tarte à l’orange

 

“Quel pomeriggio a farmi compagnia c’erano i fiori, la voglia di abbandonarmi ancora una volta e il succo color del sangue a tingere le mie mani… Mentre la crostata stava per raffreddarsi, tutto attorno a me aveva un sapore diverso. Chissà, forse sarà stato il silenzio assordante. Con le dita la curiosità di assaggiare la crema oramai quasi pronta… Quel gusto così dolce e acidulo al tempo stesso da farmi venire le fossette! (Pasticceria è pazienza, ed il tempo è l’ingrediente fondamentale, si sa!) Tra un attesa e l’altra mi misi a leggere per poi finalmente dedicarmi a quella dolce nuvola bianca.”

Tarte à l’orange

(Stampo per crostata diametro 26)

Pasta frolla

500 g farina “00”

200 g zucchero semolato

2 uova intere

250 g burro (a cubetti)

un cucchiaino di lievito per dolci

un cucchiaino di miele

un pizzico di sale

zeste di un limone

Crema all’arancia

230 g succo d’arancia

75 g zucchero semolato

25 g amido di mais

3 uova

2 tuorli

185 g burro freddo (a cubetti)

Meringa alla francese

1 pizzico di sale

4 albumi

240 g zucchero semolato

Strumenti essenziali: planetaria e cannello.

Procedimento

(Pasta frolla)

Iniziate con preparando la frolla. Prendete una ciotola e versate la farina, un cucchiaino di lievito per dolci e lo zucchero semolato. Miscelateli per bene e create una conca. Fatto questo iniziate ad aggiungere il burro, le uova, il miele, il sale e la zeste (buccia grattuggiata) di un limone. Impastate il tutto, non appena otterrete un impasto omogeneo create un panetto, avvolgetelo con della pellicola e lasciatelo riposare per almeno un’ora. Trascorso il tempo di riposo della frolla, infarinate un piano da lavoro e iniziate a stenderla con un mattarello, dovrà essere spessa giusto alcuni millimetri. Iniziate ad avvolgere la frolla con il mattarello e aiutatevi ad adagiare la frolla sulla stampo, uniformate per bene il tutto e forate la base con l’aiuto di una forchetta. Prendete un ritaglio di carta forno, stropicciatelo e riponetelo sulla base della crostata e versate sulla superficie dei legumi secchi (così facendo la cottura verrà uniforme, qualora non ne aveste a casa infornatela senza, vi raccomando di forarla per bene lo la forchetta). Infornate la crostata a 180° per 15-20 minuti.

Mentre la crostata è nel forno potrete dedicarvi alla crema d’arancia, nel mio caso ho utilizzato le arance tarocco, ma anche quelle brasiliane vanno benissimo. 

(Crema all’arancia)

Con uno spremiagrumi fate il succo d’arancia. Prendete una ciotola e pesate lo zucchero e l’amido, miscelateli per bene con l’aiuto di una frusta. Versate poco per volta il succo d’arancia mentre continuate a lavorare con la frusta e ultimate aggiungendo le tre uova e i due tuorli (vi raccomando, separate per bene i tuorli, i due albumi che vi avanzano serviranno per la meringa, non si butta niente! :p). Versate il composto in un pentolino con una palettina di gomma. Prima d’iniziare la cottura della crema, pesate il burro  freddo e tagliatelo a cubetti. Iniziate a cuocere la crema con l’aiuto di una frusta, non appena si sarà rassodata versatela in una ciotola e aggiungete poco alla volta i cubetti di burro, continuando a lavorarla. Non appena avrete finito versate la crema nella base della crostata e aspettate che si freddi. Quando si sarà raffreddata mettetela in frigo ed iniziate a preparare la meringa francese (per questo procedimento vi servirà per forza la planetaria, così otterrete una meringa lucida e spumosa). 

(Meringa alla francese)

Versate in planetaria gli albumi e un pizzico di sale, non appena la azionate versate lo zucchero con l’aiuto di un cucchiaio, poco alla volta, avrete ottenuto una meringa come si deve non appena toglierete la frusta che avrà un ciuffo con la punta ben ferma. Togliete la crostata dal frigo e iniziate con il mettere sulla superficie le cucchiaiate di meringa oppure sbizzarritevi utilizzando una sac a poche con la bocchetta che più vi piace!(Nel mio caso ho voluto l’effetto spatolato.) Fatto questo ultimate la crostata fiammeggiando la meringa con l’aiuto di un cannello. Vi assicuro che farete un figurone! ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...